» Risorse Utili: Strumenti Utili

Enteroclisma alla camomilla


FacebookTwitterPrintFriendly
Tazza di vetro riempita con camomilla e accanto alcuni fiori di camomilla

Preparato di camomilla per enteroclisma

Strumenti per fare un enteroclisma alla camomilla

  • un irrigatore con recipiente di almeno 2 litri, cannula, rubinetto con o senza  terminale flessibile (consigliamo questi due kit: quello con il contenitore in acciaio* o quello con il contenitore in plastica* )
  • 5 bustine di camomilla per infusione (non solubile)
  • acqua filtrata non del rubinetto
  • olio
  • peretta per enteroclismi per bambini da 60 ml

Preparazione della camomilla

Preparare una tisana di camomilla romana lasciando in infusione 5 sacchetti (o 8 teste) per 10 minuti in 2 litri di acqua bollente, quindi lasciare raffreddare fino alla temperatura adeguata (35-37 C)

Purificati e rinforza le tue difese mediante il nostro programma Detox!

Esecuzione dell’enteroclisma con la camomilla

Appendere il gancio della sacca in alto a seconda della propria altezza. Riempire il contenitore dell’irrigatore con la camomilla lasciando il rubinetto un po’ aperto per permettere al liquido di riempire tutto il tubo. Chiudere poi il rubinetto. Mettersi gattoni nella vasca da bagno oppure sul pavimento. Oliare il beccuccio finale e anche l’apertura anale per facilitare l’inserimento della cannula. La posizione ideale soprattutto per le prime volte e’ in ginocchio con la testa poggiata sul pavimento. Una volta inserito il beccuccio, aprire il rubinetto e lasciar fluire il liquido.

Con la mano libera massaggiare il colon nella parte piu’ bassa dell’addome, su una superficie di circa 6-7 cm. Utilizzate le dita come se faceste delle scale al pianoforte o se impastate il pane. Spingete forte su qualsiasi rotondita’ o parte dura incontriate, poiche’ si tratta di depositi di materia fecale che vanno eliminati. Continuando a massaggiare, salite su per la parte sinistra dell’addome fino a raggiungere le costole, quindi massaggiate la parte intorno all’ombelico e poi a destra fino ancora a raggiungere le costole.

A questo punto ricominciate fino a quando i 2 litri di liquido non saranno penetrati completamente. Se durante l’applicazione dell’enteroclisma avvertite crampi, dolori addominali o bisogno di evacuare, controllate innanzitutto la temperatura dell’acqua. Un liquido troppo caldo o troppo freddo puo’ provocare questi dolori. Altrimenti respirate con l’addome in modo superficiale – questo modo di respirare e’ detto “respiro del cagnolino”- come imparano a fare le donne che devono partorire. Piu’ la respirazione e’ rapida e prima lo spasmo scomparira’.

Al termine dell’enteroclisma il liquido puo’ essere evacuato subito e per questo saranno necessari circa 20 minuti.

Applicazione dell’olio

A questo punto riempite la peretta per bambini con 4 cucchiai (60 ml) di olio di girasole spremuto a freddo precedentemente portato ad una temperatura di 35-37 C, introducete la cannulla nell’ano e iniettate l’olio come se fosse una “supposta liquida”.

Dato che l’organismo, anziche’ rigettare subito l’olio iniettato lo terrà per sè, è consigliabile praticare l’enteroclisma e l’installazione di olio la sera prima di andare a letto, in modo da poter conservare meglio l’olio durante la notte.

Dopo un certo numero di enteroclismi, l’olio non verra’ piu’ tenuto dall’organismo che lo espellera’ del tutto o comunque in parte il giorno successivo. A quel punto si continueranno a praticare gli enteroclismi eliminando l’applicazione dell’olio.

Desideri un piano alimentare su misura per te? Richiedi un Coaching Nutrizionale!

Consigli utili

  • Usare una pentola in acciaio inox per la preparazione della camomilla
  • Potete lubrificare il beccuccio con degli olii naturali e non creme o prodotti derivati del petrolio. Un olio di oliva andrà benissimo.
  • Dei leggeri dolori o crampi addominali si possono avvertire durante l’introduzione del liquido, cercare di resistere per il tempo necessario. Più disintossicheremo il corpo, più diventerà facile la procedura.
  • Per la pulizia degli strumenti usare detersivo dei piatti biologico e acqua calda. Per pulire il tubo riempirlo di acqua ossigenata e lasciarlo per qualche ora, poi risciacquare abbondantemente.

Vuoi affrontare il tuo problema ripartendo dalla Medicina Funzionale? Richiedi una Consulenza!

Riferimenti

Tratto dal libro: Il metodo Kousmine, Association Medicale Kousmine Internationale

*L’acquisto tramite il nostro sito contribuirà allo sviluppo sempre gratuito dei nostri contenuti. Grazie per il tuo supporto!

FacebookTwitterPrintFriendly