» Risorse Utili: Strumenti Utili

Enteroclisma al caffè


FacebookTwitterPrintFriendly

 

Strumenti  per fare un enteroclisma al caffè:

  • un irrigatore con recipiente di almeno 1 litro, cannula, rubinetto con o senza  terminale flessibile (consigliamo questi 2 kit: quello con il contenitore in acciaio* o quello con il contenitore di plastica*)
  • caffè biologico, non solubile
  • acqua filtrata non del rubinetto
  • olio
  • asciugamani/coperte

Preparazione del caffè:

Mettere 1 litro di acqua in una pentola e far bollire; aggiungere  3 cucchiai di caffè. Lasciar bollire scoperto a fuoco vivace  per 2 minuti, poi coprire, abbassare la fiamma  e proseguire la cottura per 15 minuti. Spegnere, filtrate con un colino d’acciaio inox a maglia fine e lasciar raffreddare fino ad una temperatura di 36-37 gradi.

Esecuzione dell’enteroclisma:

Appendere il gancio della sacca in alto a seconda della propria altezza e della posizione scelta. Riempire il contenitore dell’irrigatore con il caffè lasciando il rubinetto un po’ aperto per permettere al liquido di riempire tutto il tubo. Chiudere poi il rubinetto. Preparare un giaciglio comodo sul pavimento con asciugamani e/o cuscini dove stendersi. Oliare il beccuccio finale e anche l’apertura anale per facilitare l’inserimento della cannula. La posizione ideale soprattutto per le prime volte e’ in ginocchio con la testa poggiata sul pavimento. Una volta inserito il beccuccio, aprire il rubinetto e lasciar fluire tutto il liquido. Una volta terminato il caffè, richiudere il rubinetto, estrarre la cannula e sdraiarsi sul fianco destro. Trattenere il liquido per 12-15 minuti. Procedere quindi all’evacuazione che potrebbe durare circa 15-20 minuti. In questa fase si posso effettuare dei massaggi sull’addome, partire dalla parte bassa a destra, salire verso il costato, continuare verso sinistra e scendere infine verso l’inguine.

Consigli utili:

  • Consumare un po’ di frutta fresca o cotta prima di fare un enteroclisma per attivare il primo tratto intestinale. Questo vale se sono trascorse più di due ore dal pasto principale.
  • Effettuare l’enteroclisma dopo aver evacuato normalmente, se questo non accade aiutarsi con un clistere piccolo da farmacia, oppure precedere l’enteroclisma al caffè con uno più piccolo di camomilla.
  • Usare una pentola in acciaio inox per la preparazione del caffe’
  • Per lubrificare il beccuccio usare olii naturali e non creme o prodotti derivati del petrolio.Un olio di oliva andrà benissimo.
  • Dei leggeri dolori o crampi addominali si possono avvertire durante la ritenzione del liquido, cercare di resistere per il tempo necessario. Più disintossicheremo il corpo, più diventerà facile la procedura sia di inserimento del liquido sia la sua ritenzione.
  • Per la pulizia degli strumenti usare detersivo dei piatti biologico e acqua calda. Per pulire il tubo riempirlo di acqua ossigenata e lasciarlo per qualche ora, poi risciacquare abbondantemente.

Manuela Iuliano, MS

Tratto da: The Gearson Therapy

* L’acquisto tramite il nostro sito contribuirà allo sviluppo sempre gratuito dei nostri contenuti. Grazie per il tuo supporto!

FacebookTwitterPrintFriendly