» Risorse Utili: Fitness

Dolore: Opportunità o Punizione?


FacebookTwitterGoogle+PrintFriendly

In questi anni di lavoro ho passato molto tempo alla ricerca delle potenziali cause del dolore e delle reazioni che il nostro organismo mette in atto per affrontare al meglio questa sfavorevole condizione; ad oggi posso dire che, statisticamente, il dolore è una manifestazione fisica o mentale che trova le sue origini su più piani e molto spesso è il risultato di un insieme di alterazioni dello stato di equilibrio ideale.

Il concetto di “equilibrio ideale” innanzitutto, è di per sé un concetto assoluto, identifica simbolicamente quello stato psico-corporeo in cui ci troviamo quando non si presentano disagi sia sul piano fisico, sia sul piano mentale e al contempo il nostro Essere risulta attivo, dinamico, propositivo e felice.

Tra gli insegnanti e i ricercatori con cui ho avuto la fortuna e l’onore di confrontarmi, c’è anche chi sostiene che, nella maggioranza dei casi, il dolore fisico sia il prodotto di alterazioni dello stato mentale, mentre il “dolore mentale” (depressioni, turbe, ecc.) viceversa, sia spesso manifestazione di squilibri bio-chimici.

Dopo aver seguito centinaia di persone, mi sento di poter riscontrare una certa verità in questa tesi e ti posso anche precisare che questa interazione si esplicita su due forme ben precise: diretta e indiretta.

La forma diretta è spiegabile tenendo conto che il nostro organismo è anche definibile come un sistema energetico complesso, composto da una struttura sottile chiamata campo elettromagnetico o aura e da una struttura materica (energia condensata) chiamata corpo; queste due parti sono in costante collegamento tra loro. Come saprai, l’energia cerca sempre l’equilibrio e se si presentano, all’esterno o all’interno del sistema, cambiamenti repentini, il sistema stesso (il nostro organismo in questo caso) si attiverà per ripristinare al meglio le condizioni a lui più congeniali. In pratica, se per cause molteplici vivi paura, ansia, terrore, rabbia o altre emozioni negative riconoscerai nel corpo reazioni più o meno spiacevoli, frutto della stimolazione neuroendocrina.

La forma indiretta invece, non prevede la reazione immediata ma viene espressa nel tempo, attraverso abitudini scorrette viziate da carenze su uno dei due piani (mentale o fisico), ad esempio: se a seguito di una perdita importante ti sei ritrovato a colmare il vuoto lasciato da tale trauma, attraverso l’uso o l’abuso di cibo o altre sostanze intossicanti, nel tempo aumenterai il rischio di incappare in problematiche fisiche anche pericolose. Molti hanno cominciato a fumare perché in quel gesto hanno trovato un rifugio, pur sapendo che avrebbero compromesso lo stato di salute del loro corpo.

Un buon terapeuta ha il compito di condurti all’origine dei tuoi disturbi e di aiutarti a percorrere quella strada da lui stesso indicata per ristabilire quell’equilibrio ideale di cui si è persa traccia. Solo nel caso in cui il dolore è l’esatta manifestazione di un trauma locale lo si può risolvere con azioni locali, contrariamente è necessario indagare sulle reali cause che nel tempo hanno agito subdolamente concorrendo alla creazione del problema.

Il dolore quindi non è una punizione, anche se molte persone lo percepiscono così, ma è un campanello d’allarme che ci sta indicando che, da qualche parte in noi, qualcosa non va; sta a te scegliere quale strada percorrere per trovare la soluzione ai problemi che la vita ti presenta; io personalmente sono convinto che comprendendo l’origine del dolore tu possa avere l’opportunità di crescere e di migliorare, anche se so bene che non è solo attraverso esso che puoi imparare a stare bene. Chi riesce a modellare il proprio stile di vita al meglio senza mai conoscere il dolore sta facendo un ottimo percorso di prevenzione, ma chi invece soffre quotidianamente deve tenere presente che le strade per la guarigione sono diverse e arrendersi non è parte della soluzione, ma della sconfitta.

 

10116-uomo-al-bivio-72_JPG

 

Dott. Luca Mongiardini

FacebookTwitterGoogle+PrintFriendly